7 titoli in crescita con rating F da vendere prima che poi

Ci sono giochi a lungo termine che sono ciclici, in aumento e in calo mentre l'economia si espande e si contrae. Ecco perché distribuiscono dividendi, per attutire i tempi più lenti con un po' più di denaro.

Ma ci sono anche momenti in cui la rotazione del settore prende piede, quando i giorni di gloria delle industrie stanno finendo e gli investitori non se ne vanno perché le cose hanno rallentato. Se ne vanno perché le cose sono andate avanti.

Questo è quello che stiamo vedendo oggi in alcuni settori, specialmente nel campo dell'energia. Un tempo tutti possedevano una compagnia petrolifera integrata, era come stampare denaro. Non è più così.





Ecco 7 titoli in crescita con rating F da vendere prima o poi:

  • BP (NYSE: BP )
  • Enbridge (NYSE: ENB )
  • Sabbie di Las Vegas Vegas (NYSE: LVS )
  • Gruppo TransDigm (NYSE: TDG )
  • Phillips 66 (NYSE: PSX )
  • Compagnie aeree del Sud-ovest (NYSE: amore )
  • ConocoPhillips (NYSE: POLIZIOTTO )

L'elenco delle azioni da vendere in anticipo ha la sua quota di colossi petroliferi, ma ci sono altre società che hanno sofferto a causa della pandemia. Tenere queste azioni e sperare in un giorno migliore non aiuterà il tuo portafoglio. Ci sono troppe opportunità là fuori per restare con questi titoli sottoperformanti.



Azioni in crescita con rating F da vendere: BP (BP)

il logo BP (BP) su un cartello contro un cielo blu con nuvole

Fonte: JuliusKielaitis / Shutterstock.com



La buona vecchia British Petroleum, una delle prime società ad aprire i giacimenti petroliferi del Medio Oriente, è diventata un gigante globale integrato quando il sole non è mai tramontato sull'Impero britannico. Il titolo BP è stato successivamente uno dei migliori titoli di crescita energetica sul mercato per decenni.

Essere una compagnia petrolifera integrata significa essere coinvolti in ogni aspetto del business. A monte c'è l'esplorazione e la produzione (E&P). Midstream significa oleodotti per estrarre petrolio e gas naturale dai giacimenti e verso impianti di stoccaggio o raffinerie. Il downstream include la raffinazione, la distribuzione e l'eventuale vendita di prodotti petroliferi trasformati.

Essere verticalmente integrati in tutti i segmenti significava che le aziende avevano un maggiore controllo su ogni aspetto del settore e potevano gestire meglio la natura ciclica del business.

La pandemia ha cambiato tutto questo. E quando siamo entrati nella nostra nuova normalità, le conferenze online stanno sostituendo i voli per le riunioni di lavoro. Lavorare da casa è una tendenza enorme e ciò significa molto meno pendolarismo. Inoltre, i veicoli elettrici sono la novità assoluta, l'inching sempre più vicino all'adozione di massa .

Certo, BP sta distribuendo un dividendo dell'8,9% ed è aumentato del 33% negli ultimi tre mesi. Ma è ancora in calo del 44% rispetto al suo massimo di 52 settimane.

Enbridge (ENB)

Enbridge (ENB) segno sulla testa dell'ufficio Enbridge a Toronto, Canada.

Fonte: JHVEPhoto / Shutterstock.com

Sebbene ENB sia una società canadese midstream che ha oleodotti che confluiscono negli Stati Uniti, non è coinvolta nel controverso progetto Keystone XL. Ma ha oleodotti che entrano e attraversano alcuni stati del Midwest.

azioni a breve termine da acquistare ora

Questa è una cattiva notizia perché l'amministrazione Biden non è una grande fan della spedizione di petrolio di sabbie bituminose o prodotti canadesi attraverso gli Stati Uniti quando le aziende energetiche statunitensi (e le banche che le sottoscrivono) sono in difficoltà.

Inoltre, le società midstream sono più onerose nel settore dell'energia. Vengono pagati dal volume dei prodotti che passano attraverso i loro tubi, quindi i prezzi del petrolio contano poco. È la domanda che fa il business. E la domanda non è stata forte e potrebbe rimanere tale.

Tra le sfide normative e le questioni sul lato della domanda, questo giocatore canadese di midstream troverà una dura fila da sbarcare nei prossimi trimestri. Il titolo è sceso del 16% dal suo massimo di 52 settimane, quindi il rendimento del dividendo del 7,4% è semplicemente un freddo conforto.

Las Vegas Sands (LVS)

un cartello rosso con il logo di Las Vegas Sands

Fonte: Andy Borysowski / Shutterstock.com

Le grandi località di gioco contano su due cose: il volume e le balene. C'è bisogno di tanti piccoli giocatori che spendono i loro soldi per comprare cibo e intrattenimento. E hanno bisogno delle balene, i grandi giocatori d'azzardo che spenderanno più ai tavoli in un fine settimana di quanto la maggior parte delle persone guadagni in un anno.

Nessuno di questi gruppi si sta dirigendo a Las Vegas, Macao o Singapore in questi giorni. La pandemia ha colpito duramente le imprese. Sì, a un certo punto torneranno, ma come ogni altro tipo di intrattenimento, LVS potrebbe perdere alcuni dei suoi clienti a causa del gioco online.

Queste mecche di sfarzo e glamour dureranno sicuramente, ma su quale scala? Il titolo è sceso del 23% dal suo massimo di 52 settimane e non sembra probabile un grande ritorno a breve.

Gruppo TransDigm (TDG)

Fonte: Pavel Kapysh / Shutterstock.com

Date le diffuse restrizioni di viaggio in atto, è difficile essere una compagnia aerea in questi giorni. Ma è anche difficile essere un produttore di aeroplani. TDG fa la parte del leone del suo denaro fornendo parti e attrezzature ai produttori di aeroplani. Questo non è un settore per titoli in crescita ora o in qualsiasi momento nel prossimo futuro.

Trans Digm è anche coinvolta nel lavoro aerospaziale, che è per la maggior parte lavoro del governo, sebbene le aziende aerospaziali private sembrino essere la nuova cosa calda. Ma è ancora un lavoro limitato. Sicuramente manterrà il flusso di entrate, ma non metterà TDG in overdrive.

TDG è nata nel 2003 da una fusione tra quattro aziende più piccole ed è sicuramente un attore di buone dimensioni in questo mercato. Ma questo non è il momento di scommettere su grandi vendite di nuovi aerei.

Inoltre, il titolo è in calo del 4%, ma attualmente viene scambiato con un rapporto P/E di quasi 74.

Phillips 66 (PSX)

Stazione di servizio Phillips 66 (PSX) di giorno

Fonte: Jonathan Weiss / Shutterstock.com

Nel mondo degli oli integrati, PSX è un pesce strano, con operazioni sia a metà che a valle. Mentre le radici dell'azienda risalgono al 1907, queste operazioni sono state scorporate quando la fusione di ConocoPhillips ha avuto luogo nel 2000. PSX è tornata da sola nel 2012.

La sua storia unica e la sua strana combinazione non rendono PSX più uno stock in crescita rispetto ai suoi fratelli più grandi. Se la domanda è bassa, il mercato midstream è debole. Se la domanda è bassa, le vendite di carburante sono basse. Ricorda anche che la vendita di benzina è un'attività a basso margine al suo meglio.

le migliori azioni con dividendi di utilità da acquistare ora

A queste sfide si aggiunge il grande spostamento degli investitori istituzionali verso gli investimenti ESG (ambientali, sociali e di governance). Le istituzioni costituiscono circa l'80% del commercio che si svolge nei mercati, quindi mentre si spostano verso aziende più verdi e più aperte, sono le vecchie aziende energetiche a subire il colpo.

Il titolo è sceso del 20% dal suo massimo di 52 settimane, quindi un dividendo del 5% non significa molto.

Southwest Airlines (LUV)

Mentre le azioni LUV tornano indietro, aspettati un giro accidentato

Fonte: madamF / Shutterstock.com

Sebbene sia una delle principali compagnie aeree statunitensi ed è sempre stata un po' iconoclasta in quel settore, ciò non ha salvato LUV dalla pandemia. Questo è anche un settore nella lista dei successi degli investimenti ESG a causa della significativa impronta di carbonio del volo.

Con l'aumento dei prezzi del petrolio, ciò significa margini più ristretti per LUV e il resto del settore. Semplicemente non ci sono titoli di crescita in questo settore in questo momento. L'aumento dei prezzi del carburante significa che LUV deve aumentare i prezzi dei posti per compensare i costi e con meno viaggiatori che danneggiano la domanda, poiché la maggior parte dei suoi clienti sono attualmente viaggiatori di piacere.

Questo è un settore difficile che è ancora più duro di questi tempi. Il titolo è sceso del 14% dai massimi di 52 settimane e probabilmente subirà turbolenze per alcuni trimestri a venire. Allaccia le cinture.

ConocoPhillips (COP)

un cartello davanti all'edificio degli uffici Conoco Philips

Fonte: JHVEPhoto / Shutterstock.com

Come accennato quando si parlava di PSX, COP è stata costituita durante la fusione di Conoco e Phillips a cavallo del 21° secolo. COP è una forza globale con operazioni integrate in Nord America, ma tende a fare più affidamento sugli sforzi di E&P in altre parti del globo.

Il prezzo del dollaro è inversamente proporzionale al prezzo del petrolio, poiché un dollaro più debole significa che devi spendere di più per ottenere lo stesso barile di petrolio. Se guardi i prezzi del petrolio, vedrai che quando il dollaro si è indebolito, i prezzi sono aumentati.

Questo è importante. I prezzi non sono aumentati perché la domanda sta aumentando in modo significativo. Stanno aumentando perché il dollaro è più debole.

Questa è una grande differenza. E non aiuta le fortune di COP. Aggiungi i turni di portafoglio ESG e meno viaggi e COP ha seri venti contrari. Con uno sconto del 25% dal suo massimo di 52 settimane con un dividendo del 3,9%, questo è più simile alla roulette russa che alla pesca di fondo.

Louis Navellier ha avuto un inizio non convenzionale, come studente universitario che ha accidentalmente costruito un sistema azionario che batteva il mercato - con ritorna rivaleggiando anche con Warren Buffett . Nella sua ultima impresa, Louis ha scoperto la chiave principale per trarre profitto da la più grande rivoluzione tecnologica di questa (o qualsiasi) generazione .

Divulgazione: Alla data di pubblicazione, Louis Navellier non ha posizioni nei titoli in questo articolo. Louis Navellier non aveva (né direttamente né indirettamente) altre posizioni nei titoli citati in questo articolo.

Il membro dello staff di ricerca di InvestorPlace principalmente responsabile di questo articolo non deteneva (né direttamente né indirettamente) alcuna posizione nei titoli menzionati in questo articolo.